Resetta Password

Risultati della tua ricerca

IL SALENTO

Il Salento, la terra più orientale d’Italia, offre al turista innumerevoli itinerari tra natura e storia alla scoperta di una regione affascinante e solo parzialmente conosciuta. Lo splendido mare è denominatore comune sia dell’alta costa orientale, da dove nelle giornate più terse si scorgono le montagne albanesi, sia delle spiagge del litorale Ionico.

Torri costiere e grotte marine segnano tappe interessanti per percorsi di trekking tra il mare e la macchia mediterranea in un paesaggio unico, quello della penisola calcarea salentina, protetto in riserve naturali e oasi faunistiche.

La provincia di Lecce fu abitata sin dai tempi più remoti; grotte dai ritrovamenti paleolitici, dolmen, menhir e costruzioni megalitiche testimoniano il suo passato preistorico che, senza soluzione di continuità, giunge sino alle civiltà messapiche e greco-romane. Rudiae, l’anfiteatro e il museo “Castromediano” di Lecce, i centri archeologici di Cavallino, Muro Leccese, Ugento, Vaste con il suo museo sono solo alcune delle più significative soste per un itinerario archeologico.

Le chiese, le cripte bizantine dalle meravigliose volte affrescate e i centri monastici  basiliani esprimono il contatto con l’oriente che ha profondamente segnato  la storia locale, così come le masserie fortificate, i numerosissimi castelli e le torri di avvistamento, baluardi medoievali contro l’invasore saraceno. La difesa del territorio non ha però impedito l’avvicendarsi di culture ed il loro manifestarsi in tracce artistiche di eccelso livello: da Bisanzio agli Svevi, dalla dominazione angioina a quella  spagnola con gli Aragonesi, fino all'”esplosione dell’incomparabile barocco leccese, degli Zimbalo e le sue declinazioni, fantastiche architetture uniformemente presenti nella provincia.

Meta ideale di vacanza, il Salento offre non solo alcune delle più belle spiagge d’Italia, ma anche un sublime clima da Aprile a Novembre, una serie di città affascinanti, numerosi e importanti siti archeologici, e ultima ma non meno rilevante, un’eccellente tradizione culinaria con specialità tipiche legate al territorio.

Con oltre 350 km di costa, il Salento è molto amato da chi ha un debole per il mare! Trascorrere del tempo sulle meravigliose sponde della costa adriatica da Torre dell’Orso fino a S. Maria di Leuca o sulle enormi distese di spiagge di sabbia sul Mar Ionio, da Gallipoli a Ugento nella parte sud-ovest, fa sì che non dobbiate mai spostarvi molto, per trovare un posto ideale.

Tutto questo con un clima caldo e soleggiato per gran parte dell’anno. La storia del Salento è indissolubilmente legata con quelle degli altri paesi mediterranei e degli invasori venuti da lontano: gli antichi Greci, i Romani, i Bizantini, i Normanni, l’imperatore Federico II ed i Borboni spagnoli hanno lasciato la loro impronta tangibile in ogni angolo della regione.

Ogni piccolo borgo e piccola grande cittadina del Salento ha le proprie attrazioni significative, dallo splendido barocco ai centri storici medievali. Ma in ogni territorio vi sono anche tante piccole città uniche come la deliziosa Ostuni Città Bianca, o il castello di Otranto, città dei Santi Martiri, la città isola fortificata di Gallipoli e sulla punta meridionale, Santa Maria di Leuca de finibus terrae, con il suo opulento stile Liberty delle antiche ville fronte mare. Le città centrali pugliesi di Locorotondo, e Cisternino famose per i centri storici incantevoli e Alberobello con i suoi Trulli, tipiche case in pietra circolari con tetti conici al centro, dichiarati patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Nel cuore del Salento si individua un’area chiamata “Grecìa Salentina” formata dai seguenti paesi: Calimera, Martano, Castrignano de’ Greci, Sternatia, Corigliano, Martignano, Melpignano, Soleto, Zollino. Le comunità conservano ancora la lingua, la cultura, le tradizioni di origine greca. Nei paesi si possono ammirare i dolmen, i menhirs e cripte affrescate. Citiamo la cripta bizantina di S. Onofrio a Castrignano de’ Greci. A Calimera, nel giorno di Pasquetta, la gente si reca nella cappella di San Vito dove si trova la pietra forata legata al rito pagano della fertilità. A Sternatia si può visitare il frantoio ipogeo dove venivano lavorate le olive e l’olio mantenuto a temperatura costante. I centri storici dei paesi sono caratterizzati dalle case a corte e da monumenti di grande eleganza, come il balcone di Palazzo Moschettini e il Castello di Martano. Il monastero di Santa Maria della Consolazione è sede di una liquoreria, di una biblioteca e di un museo (Martano). La chiesa di S. Stefano e la Guglia sono i monumenti più rappresentativi di Soleto. Il complesso degli Agostiniani di Melpignano è sede oggi di importanti manifestazioni. A Corigliano l’Arco Lucchetti è un merletto di pietra, decorato con simboli religiosi ed esoterici, il Castello De’ Monti ha un prospetto ricco di statue in pietra leccese.

Festival locali e internazionali movimentano la vita notturna in estate, con eventi come La Notte della Taranta, celebrazione della tradizionale danza della “Pizzica” a Melpignano, l’ Otranto Jazz Festival, o le luminarie, famose in tutto il mondo,di Santa Domenica a Scorrano.

Un viaggio nel Salento non può concludersi senza assaporare i tipici prodotti della gastronomia locale, anch’essi espressione di una cultura millenaria: piatti unici di mare e di terra, accompagnati dai rinomati vini del salento, l’olio d’oliva e i dolci tipici.

Terre del Sud consiglia vivamente di visitare i seguenti

LUOGHI DI INTERESSE TURISTICO, NATURALISTICO E PAESAGGISTICO:

  • Bosco e Paludi di Rauccio
  • Palude del Conte e duna costiera
  • Area marina protetta di Porto Cesareo
  • Porto Selvaggio e Torre Uluzzo
  • Isola di Sant’Andrea e litorale Punta Pizzo
  • Costa di Otranto-Santa Maria di Leuca e bosco di Tricase
  • Bosco di Santa Teresa e dei lucci
  • Oasi naturale wwf “le cesine”
  • Oasi di protezione faunistica Alimini
  • Parco naturale della serra di Supersano
  • Laghetto cellini Melissano
  • Montagna spaccata Sannicola
  • Parco dei fossili Cutrofiano
  • Riserva di frassanito Otranto
  • Specchiulla Otranto
  • Giardino botanico “la cutura”
  • Area marina protetta e riserva naturale di Torre Guaceto
  • Oasi naturalistica bacino dell’acquatina Frigole
  • Parco naturale regionale “litorale di Ugento”
  • Parco Montalbano Oria
  • Zoo Faunistico Ruffano
  • Zoo di Fasano
  • Le Grotte Carsiche (Grotta Zinzulusa, Grotta Romanelli, Grotta dei Cervi)
  • Gli oliveti
  • Quercia Vallonea-Tricase XII sec.
  • Faro della Palascìa – Lit. Otranto-S. Cesarea
  • Laghetto di bauxite – Otranto
  • Grotta della Poesia – Roca
  • Valle D’Itria: Alberobello, Ostuni, Cisternino, Martina Franca

Se volete vivere al meglio la vostra vacanza nel Salento

seguite i consigli di Terre del Sud:

Quelli che seguono sono solo alcuni nostri consigli e suggerimenti sui servizi e sulle attività principali esistenti nel Salento che vi consigliamo di provare per ottimizzare al meglio la vostra vacanza. Queste segnalazioni sono frutto solo ed esclusivamente della nostra conoscenza del territorio e del riscontro avuto da chi li ha testati prima di voi con ottimi risultati.

Quale spiaggia attrezzata mi consigli?: Lido Gold – Lit. Torre Pali/Pescoluse; Le Maldive del Salento – Marina di Pescoluse; Playa del Sol – T. Mozza; Bora Bora – T. S. Giovanni;  Spiaggia Azzurra – Alimini; Balnearea – Alimini; Atlantis Beach – Otranto; Caicco (scogliera) – S. Cesarea T.; Bagno Marino Archi (scogliera) – S. Cesarea T.; Lido Zen – Gallipoli; Punta della Suina – Gallipoli; Lido Le Dune/Tabù – P.to Cesareo; Lido Teranga Bay – Punta Prosciutto.

Preferisco una spiaggia libera, ma che sia bella!: Baia dei Turchi – Lit. Otranto-Alimini; Torre dell’Orso – Marina di Melendugno; Punta Prosciutto (magnifica); Torre Pali; Lido Marini; Pescoluse; Torre Vado; Alimini (quello che rimane).

E se invece voglio una caletta tranquilla ed isolata?: Roca – M. di Melendugno (scogliera); S. Andrea – M. di Melendugno (sabbia e scogliera); Insenatura Acquaviva – M. di Marittima (scogliera e ciotoli); P.to Miggiano – S. Cesarea T. (scogliera con una caletta di sabbia); M. di Novaglie (scogliera); P.to Selvaggio – Nardò (scogliera); Felloniche – S. Gregorio (sabbia e ciotoli); P.to Badisco sabbia e scogliera).

Stasera vogliamo mangiar bene: Tora – Marina di Felloniche (ottima pizzeria gourmet, cucina tipica e di mare; Gli Ulivi – Tricase (cucina tipica); Jolanda – Lucugnano (trattoria tipica); Il Villino – S. Cesarea T. (cucina di mare); Zio Tom – S. M. di Leuca (cucina di mare); Il Castello di Momo – Lucugnano (cucina tipica e mare in un luogo incantato); Le Stanzìe – SP Supersano-Cutrofiano (cucina tipica); La farmacia dei Sani – Ruffano (osteria con cucina tipica ed elaborazioni adeguatamente sostenibili); La corte del Fuoco – Galatina (cucina tipica ma con eleganza e raffinatezza); Cafè do Mar – S. M. di Leuca (alta cucina di pesce); Locanda del Levante – Tricase (cucina tipica mare/terra con giuste contaminazioni mediterranee); Tenuta S. Leonardo – Specchia (cucina tipica mare/terra con la giusta esaltazione dei sapori in uno scenario incantevole); Diavolicchio Goloso – Otranto (cucina mare terra raffinata con gusto ed eleganza); Taverna del Porto – Tricase Porto (il pesce come non lo avete mai mangiato).

Vieni a ballare in Puglia!: Malè – S. Cesare T.; Guendalina – S. Cesare T.; Rio Bo – Gallipoli; Casablanca – Gallipoli; Quartiere Latino – Gallipoli; Blu Bay – Castro; Parco Gondar – Gallipoli.

Quanto vorrei un pub o un locale direttamente sul mare!: Giro di Boa – Otranto; Lido Azzurro – S. M. di Leuca; Cafè del Mar – Otranto.

Oggi vorrei visitare qualche bel borgo antico!: Lecce; Otranto; Gallipoli; Specchia; Galatina; Corigliano; Acaya; Copertino; Tricase; Giurdignano.

Che ne dite di un bel giro panoramico?: In auto da S. M. di Leuca a Otranto o v.v., lungo la litoranea magari con una sosta pranzo a metà strada e muniti di fotocamera; Da Gallipoli a P.to Cesareo con una sosta bagno in qualche piccola caletta nascosta; La campagna Salentina, perdendosi serenamente nelle strette stradine per ammirare i sontuosi ulivi secolari e in giro a fare foto.

Il Salento e le sue numerosissime sagre tipiche: Sagra du porcu pri-pri – Montesardo; Sagra dei sapori antichi – Giuliano; Sagra dell’insalata grìka e della salsiccia – Martignano; Sagra della friseddhra – Acquarica; Sagra della pasta fatta a casa – Depressa; Mercatino del gusto – Maglie; Sagra della municeddhra – Cannole; Festa de lu mieru – Carpignano.

Tanta buona musica nelle bellissime piazze: Festa della pizzica – Sternatia; La notte della Taranta – Festival itinerante nella Grecìa Salentina; La notte della Taranta concertone finale – Melpignano; Festa della birra – Martano; San Rocco – T. Paduli.

Può mancare un’escursione in barca?:contattateci per qualsiasi informazione e prenotazione.

E prima di partire è obbligatorio fare un po’ di shopping di artigianato locale e prodotti tipici: La cartapesta leccese, La pietra leccese, la terracotta, i cesti di giunco e i merletti. Contattateci per informazioni su acquisto di olio di produzione propria e miele biologico www.mieledifamiglia.it.

ATTENZIONE! E’ vivamente sconsigliato lasciare il Salento senza prima aver: mangiato una frisella con le mani, i ricci a P.to Badisco, la cotognata leccese, il caffè in ghiaccio, il pasticciotto, gli gnommareddhri, i pezzetti di cavallo, un buon bicchiere di vino, le pittule, ballato la pizzica in piazza e senza prima essersi piacevolmente persi nei meandri dei tanti paesini di questa magnifica terra.